Categorie
Uncategorized

Diventare direttori d’orchestra nel mondo digital

Le aziende si affidano al Digital Strategist per decidere quale siano le migliori strategie di web marketing e social media marketing atte a promuovere brand awareness e prodotti, e quindi è importante che chi vuole assumere questo ruolo abbia una comprovata esperienza nel settore.

Inoltre, questa figura deve avere ottime capacità di comunicazione, dal momento che il consulente in web marketing può dover organizzare meeting e dirigere una squadra. Questo ruolo richiede la capacità di analizzare grandi quantità di dati e di identificare i dati più importanti per l’azienda e la sua offerta digitale.

Le competenze richieste includono una vasta conoscenza delle attuali tendenze del mercato, così come dei prodotti e servizi offerti dalla concorrenza. Il Digital Strategist deve anche essere in grado di lavorare con professionalità con clienti e colleghi per costruire un ambiente di lavoro collaborativo. Anche in Abruzzo questa figura professionale è piuttosto richiesta all’interno delle PMI.

Ovviamente le competenze nell’ambito della strategia di comunicazione pubblicitaria sono indispensabili, così come una solida conoscenza di Web Marketing, SEO, SEM e social media marketing. Per essere operativi in questo lavoro si ha bisogno di maturare un’esperienza di almeno 3-5 anni nel settore nel quale opera l’azienda.

Alcune skills che potrebbero essere richieste in questo lavoro sono:

  • Definire, tracciare, analizzare e creare report su metriche e analytics.
  • Creare, modificare, aggiornare, collegare e condividere video, immagini, testo e grafica.
  • Creare, aggiornare e applicare i principi di stile digitale e attività di branding.
  • Creare strategie e contenuti digitali per attirare utenti.
  • Identificare nuove community e tecnologie per le strategie di marketing.

Impostare controllo scrolldown solo su questa pagina – Done

Impostare tag sui link  – Done

https://it.wikipedia.org/wiki/Riflesso_condizionato

 

 

 

 

 

Categorie
Consigli SEO recensioni tecnologia

Il miglior Computer per un SEO

INTRODUZIONE

Innanzitutto benvenuto sul nostro Blog “Ci fai o ci SEO?“, il primo Blog dedicato ai SEO in erba che desiderano trovare tutte le informazioni per crescere in questa giungla selvaggia fatta di dati, applicativi e terminologie tecniche che vi farà “uscire il sangue dal naso” come dice sempre il mio insegnante di Web Analytics!

Chi è un SEO ?

Se ti trovi qui, magari per caso, non sapendo chi è davvero un Seo, direi che una didascalia alla Wikipedia sia doverosa (perché ogni domanda che ti venga in mente, ricorda mio giovane Seo, Google ti saprà rispondere!).

Il SEO Specialist è una figura fondamentale e sempre più richiesta. Le sue competenze spaziano dall’ambito del web Marketing, a quello dell’informatica, della semantica, della web analytics. Una figura poliedrica che deve avere come principale caratteristica quella di imparare ed evolversi velocemente, per stare sempre al passo coi tempi.

Il SEO Specialist è il professionista che riesce a fare arrivare del traffico qualificato verso il tuo sito web, posizionandolo per le tue parole chiave strategiche nelle prime pagine dei motori di ricerca : Yahoo, Bing, Baidu, Yandex e Google in primis.
Potremmo definirlo 
il miglior amico del tuo business online, una figura indispensabile per portare avanti una strategia di marketing digitale di successo.”

Qual è il device/pc perfetto per un Seo?

In un mondo sommerso di tecnologia, comprendo benissimo che ci possa essere tanta indecisione su quale device comprare come compagno di lavoro!
Ma noi di “Ci fai o ci SEO?” siamo qui per aiutarti in questa scelta difficile facendo chiarezza fra “Mac o Windows?”; “Portatile o fisso?”; “16gb di ram o 728gb di ram?”.
Come il mondo in cui lavorerai, anche l’elettronica di consumo è una giungla, ma basta riuscire ad avere bene in mente le proprie esigenze e ciò che si andrà a fare per comprendere anche quale acquisto sia più adatto.
Non siamo designer, grafici o video-maker (per quello ti consiglio il nostro articolo “Grafico ci nasci o ci diventi?” scritto dal nostro grande Blogger Ivano Livoloso, esperto di grafica e docente presso l’Istituto mondiale del Design) e sicuramente ci ritroveremo a lavorare con programmi appartenenti alla Suite Adobe come Illustrator e Photoshop per piccoli lavori che non necessitano di forza bruta!
Ma allora, quali sono i parametri che devo impostarmi mentalmente per scegliere il mio Pc?

Per te abbiamo scelto 5 laptop che secondo noi sono i migliori per un Seo, che sia in erba o esperto, e li abbiamo suddivisi dal meno caro al più costoso per accontentare tutte le tasche.

Cominciamo!

Il miglior laptop sotto i 500€

La fascia al di sotto dei 500€ è molto insidiosa, nascondendo buoni affari e dispositivi con troppe lacune risultando poi una perdita di soldi.
Ma, dopo una lunga ricerca, ecco a voi il miglior laptop sotto i 500€ per un Seo!

Microsoft Surface Go – 499€

Nell’esatto momento in cui stiamo scrivendo, il Microsoft Surface Go è in offerta a soli 499€ da Euronics nella versione che interessa a noi!
“Il Surface Go offre ogni giorno le prestazioni di un laptop, la portabilità di un tablet e un eccezionale touchscreen con la potenza di Windows 10 Home”, così lo descrive il sito di Microsoft riassumendo il grande potenziale di un prodotto che potrà essere il vostro compagno di avventure ogni giorno.

Prestazioni
  • Schermo: 10” PixelSense 1.800 x 1.200 3:2 217 ppi touch con Gorilla Glass 3
  • CPU: Intel Pentium Gold 4415Y
  • RAM: 8 GB (1.800 MHz)
  • Memoria interna: 128 GB SSD
  • Webcam: 1080p@30fps
  • Connettività wireless: Wi‑Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.1
  • Porte: 1x USB-C (no Thunderbolt), jack audio, microSD, surface connect
  • Peso: 524 grammi (tablet) + 244 (tastiera)
  • OS: Windows 10 S

Dalle specifiche del modello che abbiamo avuto in prova con 8 GB di RAM, le prestazioni sono sempre state adeguate ai task che abbiamo svolto sul nostro Surface Go, senza incertezze o rallentamenti, nonostante il processore non così potente.
Da novizi o esperti Seo, ci ritroveremo spesso ad utilizzare Google Chrome che, come tutti sapranno sicuramente, non spicca per la sua leggerezza ma, nonostante ciò, il Surface riesce comunque a garantire l’esperienza di navigazione che ci aspetteremmo da un hardware del genere, rimanendo fluido e disinvolto a patto di non avere troppi tab aperti nello stesso momento.

 

Materiali e design

I Surface, fin dal primo modello, hanno saputo distinguersi a livello di design e costruzione impeccabile, attraverso una scocca di alluminio che si fa notare attraverso un Touch&Feel che vi farà credere di avere fra le mani un prodotto ben più costoso di quello che in realtà avete acquistato.

Lo schermo da 10 pollici e 217 ppi risulta ben visibile in quasi tutte le angolazioni, facendo notare una buona qualità del componente che sarà sotto ai nostri occhi per la maggior parte del tempo. I colori sono vividi e risulta ben tarato, accompagnandoci anche nelle sessioni di “grafica” che come giovani Seo ci ritroveremo a dover intraprendere.
Risultano importanti le cornici dello schermo che, ad onor del vero, sono state la soluzione più pratica per raggiunger un buon compromesso fra qualità e prezzo, risultando comunque non così fastidiose su un dispositivo di questa grandezza.

Le porte disponibili sono quelle che ci aspetteremmo in dispositivi di fascia più alta, includendo anche l’ormai sempre più raro jack audio e addirittura lo slot MicroSD attraverso cui potremo espandere la memoria del nostro 2 in 1.

Il peso di soli 524 grammi inoltre, ci assicurerà di avere una macchina agile e portatile, pronta ad ogni utilizzo sul treno o in un bar, risultando comoda come pochi dispositivi di questa grandezza riescono oggi ad essere.

Categorie
Consigli SEO

Ottimizzazione SEO copy

Pillole di SEO

 Scrivere contenuti efficaci

I contenuti sono uno degli aspetti fondamentali per ottenere un buon posizionamento. L’algoritmo di Google infatti identifica i contenuti di alta qualità che siano anche pertinenti alle intenzioni di ricerca degli utenti. Ecco 10 consigli preziosi di SEO Copywriting per l’ottimizzazione di contenuti online efficaci e per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca.

Collana di libri con copertina stile WordPress

10 COMANDAMENTI      DEL SEO COPYWRITING

Non avrai altro Dio all’infuori di Google

L’obiettivo di ogni copy dovrebbe essere scrivere utilizzando un linguaggio naturale che incontri quello richiesto dai lettori.            Il SEO Copywriting non è solo la capacità di realizzare contenuti efficaci e ottimizzati per i motori di ricerca, ma anche offrire un valore aggiunto all’esperienza del lettore e conquistare il suo apprezzamento.

Non nominare le keyword invano

L’articolo deve essere leggibile, con scrittura fluida e comprensibile. Non deve solo spiegare la parola chiave, ma offrire qualcosa di valido per ricompensare il tempo speso sulla pagina dall’utente. Dunque, evitate il keyword stuffing e le forzature per inserire le parole chiave.

Ricordati di santificare il contenuto

La struttura e l’ideazione dell’articolo aiutano a raggiungere l’obiettivo della qualità. La brevità è fondamentale per conquistare il lettore. Evitare lunghi blocchi di parole per agevolare la leggibilità del testo.  Pertanto, incuriosite attraverso una sintesi che anticipa gli argomenti trattati e suddividete il pezzo in brevi paragrafi.

Onora la grammatica e la sintassi

Bisogna scrivere bene. Non commettere errori grammaticali, fare attenzione a concordanze, punteggiatura e rispettare la sintassi. Cercate di utilizzare un vocabolario ampio con sinonimi e variazioni linguistiche che appartengono allo stesso campo semantico della keyword principale.

Non uccidere la creatività

Conquistare il lettore con testi accattivanti, piacevoli, originali, interessanti e utili. Il copy deve riuscire a farsi leggere, deve trattenere e intrattenere il lettore, invitarlo ad approfondire l’argomento. Inoltre il linguaggio non dovrebbe essere né troppo difficile né troppo banale.

Non commettere atti impuri

Media che vai, tono che usi.  Il copywriter efficace conduce il lettore per mano adattandosi al contesto. Ogni canale ha le sue forme di espressione e il tono di un pezzo è decisivo per l’obiettivo. Scrivere online significa realizzare un testo interessante per un ipotetico lettore che non sottragga tempo prezioso alla sua navigazione.

Non rubare (male)

Copiare bene è un’arte non facile” diceva Umberto Eco.
Ricercate sempre l’originalità del contenuto. Cercate ispirazione da altri articoli e siti competitor, ma con la capacità di com-prendere con criterio, trasformare e fare nuovi questi concetti.

Non dire falsa testimonianza

I copy dovrebbero mirare a fornire informazioni concrete e il più possibile “oggettive”. Per catturare il lettore si può iniziare da dati, statistiche, eventi, studi o ricerche autorevoli per approfondire il tema, inserendo le keyword in maniera naturale del discorso.

Non desiderare le immagini di altri

Le immagini sono spesso sottovalutate, ma hanno un potenziale enorme anche per il traffico. Testo e immagini devono comunicare insieme visivamente, stilisticamente e nel contenuto.                      Per una buona ottimizzazione delle immagini bisogna inserire un titolo, una descrizione e un alt-text efficaci. Ricordatevi di rispettare sempre i diritti sulla riproduzione per evitare noie e grane.

Non desiderare lo stile degli altri

Il copy non può copiare lo stile di un altro, anche se vincente. Quindi, sviluppate uno stile personale e unico, distinguibile e di carattere, che possa essere riconoscibile e memorabile.

Ecco il video su Seo Copy di Gennaro Mancini

E voi?

Avete i vostri comandamenti? Avete letto bene i nostri preziosi consigli di SEO Copywriting per l’ottimizzazione dei contenuti?

Ne aggiungereste degli altri a quelli fin qui indicati? D’altronde nessuno ha detto che debbano essere 10, sempre che non si sia deciso di inciderli su pietra, questo è ovvio.

Iscrivetevi alla newsletter e lasciateci un commento qui sotto per condividere con noi altre risorse utili alla scrittura di testi online.



Categorie
Uncategorized

WordPress: scoperte falle su plugin SEO, migliaia i siti infettati

Sicurezza Informatica: difetto critico per il plugin WordPress Rank Math

Dall’inizio dell’anno, gli hacker stanno provando ad impadronirsi dei siti web WordPress sfruttando bug recentemente corretti o errori zero-day dei plugin installati su migliaia di siti web.

Una vulnerabilità di escalation dei privilegi rilevata nel plugin SEO di WordPress Rank Math può consentire agli aggressori informatici di far guadagnare i privilegi di amministratore a qualsiasi utente registrato.

Rank Math è un plugin di WordPress è definito dai suoi sviluppatori come “il coltellino svizzero di WordPress SEO” ed è progettato per aiutare i proprietari di siti web ad attirare più traffico sui loro siti attraverso l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Gli esperti di cyber security: ecco cosa consentono le falle

Secondo gli esperti di cyber security, lo sfruttamento di questo bug consentirebbe agli hacker di bloccare gli amministratori dai loro siti revocando i loro privilegi dato che molti siti web sviluppati in WordPress hanno un solo amministratore.

Hanno scoperto inoltre una seconda vulnerabilità che ha reso possibile agli utenti non autenticati di creare reindirizzamenti da quasi tutte le posizioni sul sito verso qualsiasi destinazione di loro scelta.
L’attacco potrebbe essere utilizzato per impedire l’accesso a tutti i contenuti esistenti di un sito (a eccezione della home page), reindirizzando i visitatori verso un sito dannoso.

Iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti!

Categorie
Consigli SEO

Ne parlano tutti: ecco cos’è la SEO

SEO: è davvero utile?SEO